Al fine di facilitare e di accelerare ulteriormente le procedure finalizzate all’avvio delle attività economiche nonchè le procedure di iscrizione nel Registro delle imprese, rafforzando il grado di conoscibilità delle vicende relative all’attività dell’impresa, quando l’iscrizione è richiesta sulla base di un atto pubblico o di una scrittura privata autenticata, il Conservatore del Registro procede all’iscrizione immediata dell’atto.

L’accertamento delle condizioni richieste dalla legge per l’iscrizione rientra nella esclusiva responsabilità del pubblico ufficiale che ha ricevuto o autenticato l’atto.

Resta ferma la cancellazione d’ufficio ai sensi dell’articolo 2191 del Codice civile.

Tale disposizione enterà in vigore “a decorrere dal primo giorno del mese successivo alla data di entrata in vigore della legge di conversione” (e quindi dal 1° settembre 2014) e non si applicherà alle società per azioni.

Questo è quanto previsto dall’art. 21, comma 7-bis, introdotto dalla legge n. 116 del 2014, di conversione del decreto legge n. 91/2014.

 

Per un approfondimento sui contenuti e per scaricare il testo del decreto-legge n. 91/2014 coordinato con le modifiche apportate dalla legge di conversione n. 116/2014 si rimanda alla Sezione: IN PRIMO PIANO – E-Government e E-Learning – Pubblica Amministrazione – Riforma del Governo Renzi.

Fonte: www.tuttocamere.it