Con un comunicato, postato sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale il 17 dicembre 2014, è stato reso noto che il servizio di Postacertificat@ (CEC-PAC), che puó essere utilizzato solo per comunicazioni verso la Pubblica Amministrazione, sarà da oggi progressivamente sospeso per far convergere tutte la posta certificata sul sistema PEC.
Il servizio CEC-PAC non è riuscito a decollare in questi anni: l’82% delle caselle attive non ha mai inviato messaggi. Una delle ragioni dello scarso utilizzo puó essere associata alla sovrapposizione con la PEC.
Con la progressiva sospensione di CEC-PAC vengono recuperati quasi 19 milioni di euro da investire in altri servizi ai cittadini e imprese, come delineato nell’ultimo documento “Crescita digitale”. 
La sospensione del servizio Postacertificat@ (CEC-PAC) osserverà la seguente tempistica:  dal 18 dicembre 2014 non saranno più rilasciate nuove caselle CEC-PAC a cittadini e Pubbliche Amministrazioni, anche per quelle caselle la cui richiesta di attivazione online è stata presentata in
data antecedente, ma che non sono state ancora attivate presso gli uffici postali;  dal 18 Marzo 2015 al 17 luglio 2015 le caselle saranno mantenute attive solo in modalità di ricezione e sarà consentito agli utenti l’accesso solo per la consultazione e il salvataggio dei messaggi ricevuti;  dal 18 luglio 2015 le caselle non saranno più abilitate alla ricezione di messaggi, e l’accesso sarà consentito, fino al 17 settembre 2015, solo per la consultazione e il salvataggio dei messaggi ricevuti; dal 18 settembre 2015 sarà definitivamente inibito l’accesso alla propria caselle CECPAC;  dal 18 settembre 2015 al 17 marzo 2018, sarà garantita agli utenti del servizio CEC-PAC la possibilità di richiedere l’accesso ai log dei propri messaggi di posta elettronica certificata.
Dal 18 Marzo 2015 tutti gli utenti CEC-PAC potranno richiedere una casella PEC, gratuita per un anno, tramite l’indirizzo richiestapec@agid.gov.it.

Domande frequenti su CEC PAC
 
Ultimo aggiornamento 12 Gennaio 2015
 
A seguito della chiusura  del servizio CEC-PAC sono disponibili sul sito chiarimenti e una lista di FAQ per spiegare le fasi della progressiva cessazione.
 
 
 
1. Cos’è la CEC-PAC?
 
La PostaCertificat@ o CEC-PAC (Comunicazione Elettronica Certificata tra Pubblica Amministrazione e Cittadino) è un servizio di comunicazione elettronica gratuito attraverso cui ogni cittadino può comunicare con gli uffici pubblici per:
 
 
 
richiedere/inviare informazioni;
inviare istanze/documentazione;
partecipare a concorsi pubblici
ricevere documenti, informazioni e comunicazioni.
 
 
Il servizio fornisce tutte le garanzie delle caselle di posta elettronica certificata (PEC) ma può essere utilizzato solo per comunicare con le pubbliche amministrazioni (cioè con gli indirizzi di posta certificata delle Pubbliche Amministrazioni).
 
2. Come riconosco se la mia casella è una CEC-PAC?
 
Le caselle di PostaCertificat@ si riconoscono dall’estensione “@postacertificata.gov.it”.
 
3. Fino a quando funzionerà la mia casella CEC-PAC?
 
Fino al 17 marzo 2015 le caselle CEC PAC opereranno normalmente, sarà cioè possibile sia inviare che ricevere nuovi messaggi.
 
Dal 18 marzo al 17 luglio 2015 non sarà più possibile inviare nuovi messaggi ma sarà comunque ancora possibile ricevere nuovi messaggi (ad esempio risposte a messaggi inviati prima del 18 marzo); ;
 
Dal 18 luglio al 17 settembre 2015 sarà possibile accedere alla propria casella solo per leggere (ed eventualmente salvare sul proprio PC) i messaggi già ricevuti
 
Dal 18 settembre 2015 non sarà più possibile accedere alla propria casella.
 
4. Cosa succede se viene inviato un messaggio ad una casella CEC PAC dal 18 luglio 2015?
 
Dal 18 luglio 2015 i messaggi inviati alle caselle CEC PAC non saranno recapitati; da tale data infatti, le caselle non potranno più ricevere nuovi messaggi.
 
L’impossibilità di consegnare il messaggio sarà notificata al mittente mediante apposito avviso  di “mancata consegna”, come previsto dai sistemi di posta elettronica certificata. In questo caso nessuna comunicazione si potrà ritenere giuridicamente perfezionata..
 
5. Devo pagare per la nuova PEC?
 
No. Tutti gli utenti CEC-PAC che ne faranno richiesta potranno usufruire gratuitamente, per un anno, di un indirizzo di PEC rilasciato da uno dei gestori PEC accreditati presso AgID.
 
A partire dal secondo anno, per gli utenti che vorranno mantenere la PEC i costi da sostenere saranno quelli praticati sul mercato dai diversi gestori accreditati,  (attualmente i prezzi medi sono di circa 5 euro all’anno)
 
6. Qual è la differenza tra CEC-PAC e PEC?
 
La Posta Elettronica Certificata (PEC) è un sistema telematico di comunicazione in grado di attestare l’invio e l’avvenuta consegna di un messaggio di posta elettronica e di fornire ricevute opponibili ai terzi. È quindi utilizzabile per comunicare con la P.A., professionisti,  imprese e privati cittadini.
 
La PostaCertificat@ (CEC-PAC) è un servizio idoneo a garantire una comunicazione esclusiva con la Pubblica Amministrazione. Pertanto, non può essere utilizzata per comunicazioni tra aziende, professionisti o tra cittadini.
 
In altri termini, la PEC oltre a poter svolgere tutte le funzioni della CEC PAC nelle comunicazioni con le pubbliche amministrazioni, può essere utilizzata anche per comunicare con le PEC possedute da altri cittadini, imprese e professionisti.
 
7. Come saprò quando e come attivare la casella PEC gratuita?
 
Le modalità di richiesta saranno disponibili sui siti AgID e PostaCertificat@ (link is external) dal mese di febbraio 2015.
 
Inoltre, una comunicazione riepilogativa sarà singolarmente inviata a tutti gli utenti di CEC-PAC.
 
8. Se attiverò la PEC gratuita, conserverò il mio indirizzo?
 
No. Purtroppo non sarà possibile conservare il proprio indirizzo in quanto il dominio “@postacertificata.gov.it” è strettamente legato al servizio CEC PAC,
 
Al momento dell’attivazione dell’indirizzo PEC gratuito, l’utente potrà scegliere il nuovo indirizzo, considerando che questo in ogni caso avrà il suffisso del gestore del servizio PEC prescelto.
 
9. La casella PEC gratuità sarà una PEC-ID?
 
La PEC fornita in sostituzione della casella “@postacertificata.gov.it (link is external)” non sarà una PEC-ID (così come non lo era la casella CEC-PAC).