Con risoluzione n. 81/E/2015 pubblicata in data 25 settembre dall’Agenzia delle Entrate, con cui la stessa, modifica la precedente posizione in materia di comunicazione dei luoghi di conservazione, si ritiene non necessario effettuare l’adempimento con il modello dati iVA (AA7 o AA9) quando il soggetto terzo svolga unicamente le attività di conservazione dei documenti fiscali del cliente.

Si provvederà ad indicare la conservazione elettronica dei documenti per il periodo di imposta 2014 nel modello Unico 2015 (e per l’effetto, a scalare, per quelli degli anni a venire). In particolare andranno compilati, con gli appositi codici, il rigo RS140 per il modello Unico PF; il rigo RS104 per Unico SC; il rigo RS40 per il modello Unico SP.