Il Ministero dell’Interno, attraverso il proprio sito istituzionale, rende noto che dal 7 gennaio è in funzione la Banca Dati Nazionale Unica per la Documentazione Antimafia (BDNA).
Il nuovo sistema contribuirà ad accelerare e semplificare il rilascio delle comunicazioni e informazioni antimafia nel rispetto delle garanzie a tutela del trattamento dei dati sensibili.
L’innovativa piattaforma consentirà, infatti, alle stazioni appaltanti di ottenere, in assenza di evidenze ostative, l’immediato rilascio della documentazione liberatoria relativa all’operatore economico inserito nell’archivio informatico della banca dati.